Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per mostrare servizi in linea con le tue preferenze. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Per non vedere più questo messaggio clicca sulla X.
Parrocchia Mater Dei
thumb

Sabato 17 marzo, giornata di fraternità e di formazione presso il Centro di Spiritualità al Celio, davanti al Colosseo.

La comunità dei Catechisti della nostra Parrocchia, quasi al completo, ha trascorso una giornata insieme presso il convento dei Padri Passionisti al Celio. Il luogo è meraviglioso e sorge proprio sul luogo dell'antico e meraviglioso Tempio di Claudio a lato del Colosseo. Ora è un Centro di spiritualità per soste più o meno lunghe di riflessione, di formazione e di preghiera cristiana.

Qui sono giunti anche 15 catechisti e il parroco Don Flavio nella prima mattinata di sabato 17 e vi si sono trattenuti fino all'imbrunire. La riflessione presentata da Don Flavio era incentrata sulla "conversione", atteggiamento caratteristico della Quaresima e di tutta la vita cristiana. La conversione nasce dalla relazione. Quando uno ti incontra guardi a lui, converti e volgi il tuo sguardo a lui. Tanto più lui è interessante tanto più ti concentri piacevolvemte su dui lui. Così è la conversione cristiana. E' Gesù che ci ha incontrato e ci siamo con-vertiti a lui, con-vergendo il nostro cuore, la mente, e anche il nostro stile a lui. La conversione è una questione di cuore e di intelligenza e poi, inevitabilmente e piacevolmente, diventa una conversione di comportamenti. Ma non mettiamo la conversione dei comportamenti prima di quella del cuore. Non mettiamo la conversione ai valori prima della conversione dello spirito. I comportamenti.  e anche i valori cristiani - senza la sintonia del cuore diventano una disciplina e una ideologia, che rendono duri e non umani... e divini. Questo e simili discorsi sono usciti con semplicità e naturalezza.

C'è stato poi tempo per la preghiera, le confessioni, il pranzo condiviso, una visita alle "case romane" conservate sotto la Basilica dei Santi Giovanni Paolo.

Uno spazio speciale ha avuto la considerazione sulle "malattie spirituali della comunità cristiana" che il Papa e la Diocesi di Roma hanno invitato a fare nelle parrocchie. Assai interessante e utile.

La Messa ha concluso l'incontro. Il Vangelo, che proponeva le superficiali e sciocche idee che alcuni farisei e benpensanti si erano fatti su Gesù, ha richiamato il tema del mattino: senza incontro e relazione personale con Gesù, si parla, si scrive e si opina a vuoto su di lui. Conosce chi entra in relazione. Conosce chi ama.

Lascia un commento
Code Image - Please contact webmaster if you have problems seeing this image code  Refresh Ricarica immagine

Salva il commento