Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per mostrare servizi in linea con le tue preferenze. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Per non vedere più questo messaggio clicca sulla X.
Parrocchia Mater Dei
thumb

Domenica 18 novembre 2018, il card. Vallini ha presieduto la Messa solenne. Ultimo atto, il pranzo comunitario.

Esattamente 40 anni fa, il card. Ugo Poletti firmava il Decreto con cui veniva costituita la Parrocchia “Santa Maria Mater Dei”, in Via della Camilluccia, a Monte Mario.
L’importante anniversario è stato festeggiato con alcuni eventi comunitari per ringraziare il Signore del bene di questi 40 anni e per rafforzare l’amicizia tra i parrocchiani che oggi vivono questa grazia e questo impegno per il bene del Quartiere.

Dopo il Memorial di rievocazione dei 40 anni della Parrocchia di sabato 17 novembre, la festa ha raggiunto il suo momento più solenne domenica 8 novembre con la Messa delle 10.30, presieduta dal card. Agostino Vallini, che è stato per tanti anni a capo della Diocesi di Roma come Vicario del Papa. Hanno concelebrato gli ex parroci Don Giuseppe Bonsanto, Don Domenico Crucitti, Don Savino Lombardi, Don Giovanni Carollo, Don Ugo Rega, già viceparroco, il parroco attuale, Don Flavio Peloso. C'era il superiore provinciale, Don Aurelio Fusi, il direttore del Centro, Don Ivaldo Borgognoni, il parroco di San Francesco, Padre Domie, e altri confratelli.
E' stata una celebrazione solenne e familiare con la corona dei bambini e ragazzi nelle prime file, il coro, i chierichetti e tanta gente. Abbiamo celebrato la solennità liturgica di Maria Madre di Dio – Madre della Divina Provvidenza.
Nell’omelia il Cardinale ha esordito dicendo "Sono venuto come per un pellegrinaggio a Don Orione e alla "Madonnina" di Monte Mario", ed ha commentato il Vangelo del miracolo di Cana, quando Maria si è fatta interprete presso il figlio suo Gesù del bisogno di vino e di gioia di quella gente.

Alle 13, c’è stato il pranzo comunitario presso la sala da pranzo dell’Istituto Don Orione. Oltre 100 persone hanno potuto godere dello stare in serena allegria, uno accanto all’altro, con confidenza e con familiarità. Anche questa è una bella espressione della comunione che viene dal fatto di essere “parrocchiani”, familiari di Gesù.

Lascia un commento
Code Image - Please contact webmaster if you have problems seeing this image code  Refresh Ricarica immagine

Salva il commento