Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per mostrare servizi in linea con le tue preferenze. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Per non vedere più questo messaggio clicca sulla X.
Parrocchia Mater Dei
thumb

Nella foto: Mercoledì delle Ceneri, il pozzo.

La chiesa Mater Dei affollata per le due celebrazioni di inizio Quaresima.

Le due celebrazioni del pomeriggio hanno visto la chiesa parrocchiale molto affollata, fatto straordinario in un giorno feriale. Ma è il Mercoledì delle Ceneri. E' un rito austero che fa pensare ai peccati e alla conversione, alla fragilità della vita e al bisogno di grazia e salvezza da Dio. E' un rito segnato dall'umiltà e dalla implorazione "Signore, ascolta, Signore perdona, fa che vediamo il tuo volto". Eppure quanta serenità e confidenza in Dio che ha per noi "una vita sempre in più", come abbiamo cantato.

Alle 17.30, c'è stata la celebrazione per i 150 ragazzi del catechismo della Prima Comunione con un buon numero dei loro genitori. Vivaci ma anche tutti attenti ai segni. Sono sfilati a ricevere un pizzico di ceneri sul capo per ricordare che a volte ci si attacca polvere e fango e bisogna lavarsi, farsi belli per il Signore e per gli altri. E poi "il pozzo" collocato sotto il Crocifisso, con un secchio pronto per tirar su acqua buona e tanti altri doni di Gesù durante la Quaresima.

Alle 19.00, c'è stata la celebrazione principale con l'imposizione delle ceneri durante la Messa. Ho condiviso 7 parole caratteristiche della celebrazione: CONVERTITEVI (orientatevi, dirigetevi a Dio), CENERI (segno di sporcizia da purificare, di fragilità da inforzare, di morte da vincere), PAROLA DI DIO (da ascoltare perché illumina il cammino), PREGHIERA (per parlare al Padre), PENITENZA (dire dei 'no' per poter dire dei 'sì' di amore), CARITA' (l'amore tra fratelli fa felice il Padre). E l'ultima parola: GRAZIA di Dio che rinnova in noi lo Spirito di figli, da invocare e da ricevere nei sacramenti del cammino che sono l'Eucarestia e la Riconciliazione.

 

 

 

Lascia un commento
Code Image - Please contact webmaster if you have problems seeing this image code  Refresh Ricarica immagine

Salva il commento