Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per mostrare servizi in linea con le tue preferenze. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Per non vedere più questo messaggio clicca sulla X.
Parrocchia Mater Dei
thumb

Papa Francesco invita a ricordare e festeggiare la data del proprio Battesimo.

NON DIMENTICHIAMO MAI LA DATA DEL NOSTRO BATTESIMO

Il battesimo è l’inizio della vita pubblica di Gesù, della sua missione nel mondo. Anche la missione della Chiesa e quella di ognuno di noi, per essere fedele e fruttuosa, è chiamata ad “innestarsi” su quella di Gesù.

Cari fratelli e sorelle, la festa del Battesimo del Signore è una occasione propizia per rinnovare con gratitudine e convinzione le promesse del nostro Battesimo, impegnandoci a vivere quotidianamente in coerenza con esso.

È molto importante anche, come vi ho detto svariate volte, conoscere la data del nostro Battesimo. Io potrei domandare: “Chi di voi conosce la data del suo Battesimo?”. Non tutti, di sicuro.
Se qualcuno di voi non la conosce, tornando a casa, la chieda ai propri genitori, ai nonni, agli zii, i padrini, agli amici di famiglia… al parroco! Chieda: “In quale data sono stato battezzato, sono stata battezzata?”. E poi non dimenticatela: che sia una data custodita nel cuore per festeggiarla ogni anno.

Nel Battesimo ci sono le radici della nostra vita in Dio; le radici della nostra vita eterna, che Gesù ci ha donato con la sua Incarnazione, Passione, Morte e Risurrezione.  Nel Battesimo ci sono le radici! Non dimentichiamo mai la data del nostro Battesimo.

Discorso all'Angelus del 13 gennaio 2019.

Lascia un commento
Code Image - Please contact webmaster if you have problems seeing this image code  Refresh Ricarica immagine

Salva il commento

thumb
Buonanotte del 22 maggio 2019